Sostenibilità è una parola che sempre più spesso viene nominata e il suo concetto non è così chiaro a molti. Quando viene riferita al mondo vitivinicolo, erroneamente la mente ci rimanda alle preoccupazioni per l’ambiente, dimenticando gli altri 2 importanti pilastri: economico e sociale. 

La nostra missione è quella di diffondere attraverso dei brevi articoli focalizzati sulla sostenibilità vitivinicola, a 360 gradi e in particolar modo la nostra attenzione verrà posta sulle 2 sfere meno discusse. 

È proprio oggi che vogliamo lanciare questa collaborazione in quanto Sabrina e Francesca parteciperanno al wine2wine a Verona e il tema proposto per questa edizione è la “sostenibilità sociale”.

Il nostro intento è quello di affiancare ai concetti teorici dei casi pratici rappresentati dalle nostre aziende produttrici di vino, le quali verranno man mano sottoposte ad un questionario che comprenderà una serie di domande sulla sostenibilità vitivinicola. Questo sondaggio avrà luogo grazie alla collaborazione che La Cave ha stretto con Animaimpresa, associazione con sede a Udine, impegnata a promuovere e diffondere la cultura della Responsabilità Sociale d’Impresa e Sostenibilità strategica attraverso la sensibilizzazione del mondo delle imprese e della società, la diffusione degli strumenti per attuarla e rendicontarla, lo sviluppo di attività di marketing sociale e l’integrazione dei rapporti profit-no profit.

Durante la raccolta dei dati, da elaborare poi al completamento del sondaggio, pubblicheremo degli articoli che andranno ad approfondire i diversi aspetti emersi, intervallando racconti di esperienze sostenibili a focus informativi e teorici, perché la nostra idea e missione è quella di diffondere principi e buone pratiche, raccogliere testimonianze, far capire al mondo che la sostenibilità è futuro ma innanzitutto è presente.

Il nome “VINOSOFUTURE” è stato pensato proprio per far capire come attorno al mondo del vino ruota un futuro sostenibile e le persone che vi gravitano o che si approcceranno più avanti dovranno farlo in un’ottica attenta e consapevole, infatti ogni azione ha delle ripercussioni sulla società, sull’economia e sull’ambiente.

Le aziende produttrici partono dalla Terra, sono le prime responsabili a conservarla, evitarne sfruttamento e mantenere l’equilibrio con l’Uomo; questo però non prescinde dal dovere sociale nei confronti dei loro collaboratori e della società in cui è immersa, perché nell’operare, ciascuna realtà deve pensare anche a creare benessere, innovare il sistema lavoro, rispettare le culture, integrarsi nel territorio locale, oltre a produrre una bottiglia di vino: in ogni azione, le persone sono al centro, quasi più che il prodotto.

Il settore del vino coinvolge diverse figure professionali, le quali, nello svolgimento della propria mansione, sono tenute a considerare gli impatti positivi e negativi lungo l’intera catena del valore del vino. Ogni soggetto socialmente responsabile ha come fine ultimo la creazione di valore per la community e ritiene importante rendere il mondo vitivinicolo inclusivo, diversificato, democratico ed equo, principi sempre più centrali nella società odierna.

Le Cave, essendo nella sua attività il tramite fra aziende produttrici e consumatori finali, si sente responsabile nel comunicare e nel farsi portavoce di buone pratiche sostenibili, quindi il ponte necessario per trasmettere l’esperienza e formare il cliente alla CSR (Corporate Social Responsibility), uno dei valori che contraddistingue la nostra azienda. 

Per questo motivo abbiamo già intrapreso un progetto dal nome “#Maipiùbarbablu”, in collaborazione con Molino Moras e Animaimpresa, nato per prevenire la violenza di genere, prima che possa manifestarsi, per uscire dagli stereotipi e non andare mai lontani da sé stessi. Non a caso è presentato proprio nella Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne: è un piccolo esempio di CSR, in cui crediamo e perciò ci impegniamo in prima persona.

#wine2wine #sustainability #CSR #RSI #vinosofuture

VINOSOFUTURE a Wine2Wine

Vai alla barra degli strumenti